giovedì 17 ottobre 2013

Fiorucci o non Fiorucci? Questo è il problema!


Gabriele Fiorucci, designer affermato che vanta un curriculum di grande spessore.

gabriele fiorucci, causa fiorucci, gabriele fiorucci designer,  edwin company fioruccii

Ha infatti lavorato per marchi come Marras e Lancetti fino al 2005 quando decide di presentare sul mercato una collazione che porta il suo nome! Ecco dunque che iniziano i problemi per Gabriele. Il nome che porta, anzi per essere chiari, il cognome che porta, è un cognome importante nella moda italiana che rimanda inevitabilmente ad Elio Fiorucci. La Edwin Company Ltd., società giapponese che nel 1990 acquista il marchio italiano FIORUCCI, da quel momento inizia a fargli una guerra senza fine per impedirgli di firmare il SUO lavoro con il SUO nome. Rinunciare ad identificarsi in se stessi, si perchè quello di Gabriele non è un nome d’arte o uno pseudonimo, ma il nome che suo padre, suo nonno e tutta la sua famiglia portano da sempre! Privare una persona della propria storia, ridurla ad un anonimato spicciolo, solo perchè quel cognome rievoca una parte della moda italiana che, lasciatemelo dire, non è più come una volta! A questo punto mi aspetto che anche il salumificio Fiorucci intenti causa contro Gabriele, del resto a quanto pare tutti possono usare questo nome tranne il legittimo proprietario!!! NON HO PAROLE!!!!

gabriele fiorucci, causa fiorucci, gabriele fiorucci designer,  edwin company fiorucci

gabriele fiorucci, causa fiorucci, gabriele fiorucci designer,  edwin company fiorucci

5 commenti:

  1. Ma povero!!! Condivido...Fiorucci non è più il Fiorucci di una volta...e un logo è un logo, il cognome è il cognome! Che si tenga stretto il suo marchio con tanto di logo, che si tenga stretti i suoi angeli portafortuna che lo fanno vivere di rendita e che non fracassi i maroni ai giovani talenti che firmano ciò che creano come lui fece a suo tempo! TIE'!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Enrica Alessi, prima di postare una risposta bisognerebbe avere la briga di leggere l'articolo, e poi anche ... comprenderlo. Se poi approfondisci con altre fonti storiche, ti renderai conto che hai proprio detto una leggerezza ...

      "La Edwin Company Ltd., società giapponese che nel 1990 acquista il marchio italiano FIORUCCI, da quel momento inizia a fargli una guerra senza fine per impedirgli di firmare il SUO lavoro con il SUO nome."
      Edwin e non Elio Fiorucci !!!

      Ma hai l'attenuante che l'articolo in questione è stato scritto con scarsa nozione di analisi logica:
      Dal 1990 Elio Fiorucci non è più proprietario del marchio 'Fiorucci', e Gabriele debutta nel 2005.
      Poco dopo è lo stesso Elio Fiorucci ad avere problemi con la Edwin, quasi per gli stessi motivi di Gabriele.

      Scusa l'approccio poco diplomatico, ma non posso tollerare che venga data una immagine falsata di Elio, proprio lui che nella sua vita stilistica e commerciale fin dall'inizio ha sempre dato spazio tanti a giovani stilisti ed imprenditori.





      Elimina
  2. Ecco però... Gabriele...pure tu! Con tutti i FONT a disposizione, proprio quello dovevi scegliere??? Anche tu però te la vai a cercare!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahah!!!! Sei sempre saggia tesoro!!! <3

      Elimina
  3. Ahahaha Mi dispiace per lui ma se l'è cercata. Il font è proprio uguale a quello della grande "casata". Non rimanda solo nel cognome, ma proprio visivamente. Che fosse proprio questo l'intento del giovane stilista? :P

    RispondiElimina